PodStick Vaporesso, la Pod “dei due mondi” e il parere degli esperti YouTuber

PodStick Vaporesso, la Pod “dei due mondi” e il parere degli esperti YouTuber

PodStick è una Pod Mod di Vaporess versatile, con più di un asso nella manica.
Ha la forma di un bastone (da qui il nome Stick), tre opzioni di alimentazione, grazie all’Omni Board Mini, e due opzioni di Pod disponibili, uno per il DL limitato, un altro per lo svapo MTL. E’ proprio per questo che Vaporesso la definisce “la migliore dei due mondi”.


Contenuto della Confezione

  • PodStick Mod
  • Pod Ccell 1.3 ohm
  • Pod Meshed 0.6 ohm
  • e-Juice Bottle
  • Cavo USB
  • Scheda di Garanzia
PodStick

Specifiche e Caratteristiche

  • Dimensioni: 111 x 22 x 18 mm
  • Batteria: integrata da 900 mAh
  • Capacità e-Liquid: 2.0 ml
  • Potenza in uscita: fino a 22 W
  • Ricarica: Micro-USB a 1A
  • Coil: 0.6/1.3 ohm
  • Flusso d’Aria: non regolabile
Podstick

Design

Con circa 43 grammi PodStick è un dispositivo in alluminio e plastica, materiali che lo rendono, quindi, ultra leggero. Sebbene non sia super compatto, la forma stretta è perfetta per riporlo in tasca. Leggerezza, però, non equivale a economico o scadente: il dispositivo risulta robusto e solido.

La cosa che convince un po’ meno è l’accento di bronzo sul marchio e sul pulsante, chicca introdotta con la Mod GEN. Forse a livello estetico sarebbe stato preferibile che fossero neri. A parte questa piccolezza, non c’è nulla da eccepire sulla qualità costruttiva e il design di PodStick.

Podstick

Svapo

Il Kit contiene nella confezione due POD, uno preinstallato contenente una Coil CCELL in ceramica MTL da 1.3 ohm e uno di riserva con Coil MESHED da 0.6 ohm. Inoltre viene fornito un cavo micro-USB e un manuale d’uso.

Per cominciare, spingendo la parte superiore del POD si accederà al meccanismo push-to-fill e all’annesso foro di riempimento. Se la nostra boccetta di liquido dovesse avere un beccuccio troppo spesso per il foro, potremmo trasferire il liquido nella boccetta di plastica fornita nella confezione. Prima dell’attivazione, lasciare il POD a riposo per 10 minuti dopo il refill. Con i canonici 5 click si accende il dispositivo.

Il livello di potenza sarà impostato automaticamente, in base al POD in uso, ma è possibile cambiare tra tre impostazioni premendo il pulsante fire tre volte. Il LED si illuminerà di verde, blu o rosso, a seconda del livello di potenza.


POD

I POD sono realizzati in plastica e sono dotati di drip-tip non rimovibile. Il diametro non è il medesimo per i due tipi di POD: quello MTL è dotato di uno strato extra di plastica, rendendo il foro leggermente più sottile.

Il meccanismo push-to-fill è probabilmente orientata alla protezione dei bambini, ma con l’aria che non fuoriesce facilmente il riempimento a volte può essere scomodo.

PodStick ospita la scheda Omni di cui si nota la presenza nell’erogazione rapida e nella varietà di protezioni, ma non evidentemente dal punto di vista delle prestazioni.

Il POD con resistenza da 0.6 ohm ha un’ottima resa aromatica ed è adatto per un arioso MTL o per uno svapo DL molto limitato.
La produzione di vapore non è da vittoria di una competizione di cloud chasing, ma è più che soddisfacente per un dispositivo di queste dimensioni.


Batteria

Il PodStick ospita una batteria da 900 mAh, che non è affatto male per un dispositivo così leggero. Con entrambi i Pod si riescono a superare quasi due riempimenti completi con le impostazioni predefinite (verde per CCELL, blu per MESH). Per il Pod DL non è molto, ma probabilmente ti durerà per almeno un giorno se utilizzato con il Pod MTL.

La porta micro USB è posizionata nella parte inferiore del dispositivo. Richiede poco meno di un’ora (55′) per caricare completamente e supporta la ricarica pass-through.

L’unico problema che si affronta con la batteria è che le luci a LED si comportano in modo un po ‘strano. 
Le cinque luci dovrebbero mostrare il livello della batteria (al 100% -80% -60% -40% -20%) ma il dispositivo continua a passare da tre luci a fuori carica abbastanza velocemente. 


Podstick

PRO Podstick

  • Leggero e dalla forma comoda
  • Paintjob solido
  • Ben costruito
  • Molto facile da usare
  • Alimentato dalla mini scheda Omni
  • Include una bottiglia con punta sottile
  • Si rivolge a MTL e DL limitato
  • Buona durata della batteria e supporto del pass-through

CONTRO Podstick

  • Il push-to-fill (PTF) può sporcarsi con i flaconi dalle punte più spesse
  • Impossibile rimuovere l’e-liquid dai pod
  • I fori del pod da 0,6 ohm sono alti (possono causare colpi secchi)
  • Vapori non molto caldi (specialmente sulla coil in ceramica)
  • Alcuni problemi con l’indicazione della batteria

Verdetto finale

Un sistema Pod in grado di soddisfare sia MTL che DL è merce rara sul mercato del vaping. Vaporesso PodStick fa esattamente questo. Non lascia senza fiato per le sue prestazioni e sicuramente ha alcune carenze, ma è un ottimo dispositivo per i principianti e persino per i vapers esperti che amano passare occasionalmente tra MTL e DL limitato. È uno svapo pod pratico, facile da usare e ben costruito che spunta tutte le scatole di svapo pod.


Il Parere degli Esperti su Podstick

Amarcord dello Svapo


Il Santone dello Svapo


Mike Vapes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *