VAPE OR SMOKE: SVELATO IL VANTAGGIO ECONOMICO

VAPE OR SMOKE: SVELATO IL VANTAGGIO ECONOMICO

Dopo l’articolo sulle abitudini degli hardcore vapers, proviamo ad analizzare un altro aspetto del nostro “hobby”, ovvero: lo svapo è più economico delle sigarette?

Circa 6 anni fa il fenomeno dello Svapo prese piede anche in Italia. Inizialmente si usavano dispositivi elettronici semplici. Una batteria ego da 650 mah ed un atomizzatore a lana di perlon (si quello delle cappe da cucina) o in silica, imbevuto di un liquido preferibilmente nostrano, ci permettevano di sopperire all’ inutile vizio del fumo.

Una  batteria da così pochi mah riusciva a ricoprire quasi tutta la giornata ed una boccetta di liquido da 10ml durava anche 5 giorni. Rapportato ad oggi, sembra una cosa impensabile.

Data la grande diffusione del fenomeno, forse l’unico veramente efficace a farci smettere di fumare, il mercato ha sfornato sempre più variabili di batterie, atomizzatori e liquidi.
Inoltre, soprattutto dopo il 2013, anno del boom italiano, lo svapo è divenuto quasi una  moda ed ha portato ad un acquisto eccessivo di hardware e liquidi da parte di noi consumatori.

Lo svapo è realmente più economico?

Potremmo affermare di si!
Vi propongo un’ infografica a maggior supporto di questa tesi.
L’analisi è basata su 2 tipologie di vapers ed un fumatore medio.
Il primo svapatore userà solo atomizzatori a testine e liquidi pronti.
Il secondo userà invece un atomizzatore rigenerabile di guancia e liquidi homemade.
Entrambi svapano mediamente 5ml di e-liquid mentre il fumatore 1 pacchetto di sigarette al giorno.
Prezzi e consumi per il secondo vaper sono frutto di calcoli empirici.

 

Vaper or smoke svelato il vantaggio economico

 

 

Come potete vedere, in entrambi i casi lo Svapo vince sempre. Fumare è lesivo sia per la salute che per l’economia personale. Per non parlare di quella nazionale con costi alle stelle per cure e terapie causate dal vizio del fumo.

Consigli utili per risparmiare

Di seguito, quelle che sono delle buone abitudini per avere un vantaggio economico:

  • mantenere una certa lucidità prima di acquistare qualcosa. Mi rendo conto che per un appassionato è difficile. Informarsi su forum, blog o gruppi Facebook porta una persona a desiderare sempre nuovi prodotti, lasciandosi trasportare dall’entusiasmo della novità. L’informazione però può avere anche un risvolto positivo: può aiutare a scegliere meglio.
  • Limitare la consultazione di e-commerce (soprattutto cinesi). E’ scientificamente dimostrato che navigare su un sito di shopping online porti ad acquistare prodotti di cui non si ha una reale necessità. Altre pessime abitudini sono quelle di arrivare a “cifra tonda” o acquistare ulteriori prodotti per avere la spedizione gratuita.
  • Frequentare negozi fisici. Con un’offerta più limitata, la scelta d’acquisto può essere più mirata. Inoltre, un negoziante può offrire maggiore assistenza pre e post vendita.
  • Acquistare hardware di qualità. Una spesa di 100€ per una box può rivelarsi un investimento. Le nostre box sono oggetti maneggiati quotidianamente, si usurano e soggetti a ripetute cadute. Un hardware di qualità ha una resa costruttiva almeno 6 volte superiore ad una economica.
  • Acquistare atomizzatori rigenerabili. Come detto prima hanno un costo di gestione esiguo. Sceglierli in base alle caratteristiche peculiari, preferibilmente differenti tra loro. Un buon atteggiamento sarebbe quello di comprarne 1 per ogni macro categoria: guancia, polmone, dripping e BF.
  • Ridurre al minimo l’acquisto di liquidi pronti. E’ vero, rispetto ai miscelati in casa, i liquidi pronti hanno tutto un altro sapore, un’altra resa. Un atteggiamento mentale positivo è quello paragonare un liquido pronto ad un sigaro havana: solo per le grandi occasioni. Così una spesa di 30€ può essere ammortizzata nel giro di qualche mese.
  • Usare basi ed aromi. Per pochi euro, potete produrre a casa vostra gli e-liquid per tutti il giorno. Internet è pieno di recensioni di aromi e basi. Spendere qualche ora a leggerle potrebbe abbassare vertiginosamente la spesa giornaliera per lo Svapo. Parliamo di pochi cents al giorno!
  • Il sub-ohm è un lusso. Questa pratica è la più dispendiosa in assoluto. Il consumo di liquido è estremo come anche l’usura delle batterie. E’ sicuramente un aspetto del vaping divertente ed unico, ma è veramente antieconomico.

 

Noi di ecigrecensioni.it stiamo cercando di seguire questi consigli. E voi, da quando avete smesso di fumare, avete riscontrato un notevole risparmio?

Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

 

articolo scritto da Flaviano Yousvapo

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *