DALLA SERIE A ALLE SIGARETTE ELETTRONICHE (“Bacco Italia Smoke” di Cesena)

DALLA SERIE A                 ALLE SIGARETTE ELETTRONICHE             (“Bacco Italia Smoke” di Cesena)

Per la rubrica “INTERVISTE ECIG RECENSIONI – Voce ai Rivenditori” incontriamo Marco Pilat, ex giocatore professionista di Basket, titolare di “Bacco Italia Smoke” di Cesena.

Ciao e benvenuto su EcigRecensioni.
Prima di tutto, mi racconti il tuo percorso? Quando, ma, soprattutto, perché hai aperto “Bacco Italia Smoke”?

Ho aperto il mio negozio a marzo del 2013 perché credo fortemente che le innovazioni tecnologiche possano migliorare la vita quotidiana, ovviamente, anche del fumatore. I nuovi device oggi in commercio sostituiscono i 4 punti fondamentali delle sigarette:

  1. Gestualità
  2. Emissione del Vapore (fumo nelle sigarette tradizionali)
  3. Aroma
  4. Nicotina

Il tutto riducendo il danno del 95%.
Quindi non ci sono dubbi: la sigaretta elettronica è il futuro.

Tu hai un negozio molto bello, elegante e molto luminoso. La tua attività – se non erro – è estremamente puntata all’ordine ed all’eleganza. Hai fatto tutto da solo o gli spazi sono stati progettati da dei professionisti?

Dopo 7 anni di attività ho rinnovato i locali avvalendomi delle competenze di grandi professionisti e creando un locale che ricorda più una gioielleria o una profumeria che un negozio di sigarette elettroniche. 
I dispositivi (oltre 150) e gli aromi (oltre 500) sono ben illuminati nelle vetrine a LED. Il tutto con uno spazio esterno riservato per il parcheggio dei clienti.

Bacco Italia Smoke

Come hai scelto il nome “Bacco Italia Smoke”?

Il nome è rimasto quello del vecchio franchising con cui avevo iniziato.

Credi che nel 2019 un distributore automatico H24 sia un servizio necessario per clienti del mondo della sigaretta elettronica?

Sicuramente! Il distributore automatico l’ho installato addirittura 4 anni fa convinto, già allora, di offrire un servizio di alta qualità al cliente.

Il tuo negozio è sbilanciato sul tiro di “guancia” o di “polmone”?

Nel mio negozio il cliente può trovare di tutto. Dalla guancia al polmone. Oltretutto ho aromi di tutti i tipi che possono soddisfare sia gli amanti dell’MTL che del DTL.

Prevedi per il futuro una tendenza nazionale verso l’ MTL o il DTL?

Vedo più favorito l’ MTL.

Pensi che per il futuro i sistemi “chiusi” riusciranno a prendere piede anche in Italia?

I sistemi chiusi limitano il consumatore nella scelta aromatica ma, a mio avviso, il problema non è il device ma riuscire a trovare la giusta scelta per il singolo consumatore. Io con la mia esperienza posso consigliare e guidare il cliente nel suo percorso fino, senza dubbio, ad ottenere il risultato.

Rimane però fondamentale la volontà del cliente di migliorare la sua salute con la sigaretta elettronica. Tengo, inoltre, a precisare che grandi studiosi – come il Dott. Riccardo Polosa , il Dott. Fabio Beatrice o il Dott. Giacomo Mangiaracina – studiano da anni i dispositivi ed i liquidi del settore e le loro ricerche hanno oramai ampiamente dimostrato l’enorme utilità di questo mezzo.

In quanti lavorate nel tuo negozio? In che orari?

Sono solo e lavoro con orari che variano da estate ed inverno, ma sempre ben pubblicati sul sito, su Google e su Facebook.

Facciamo un gioco. Due clienti: il primo, 60 anni, fumatore da 30, che non si mai avvicinato alla sigaretta elettronica; il secondo, 30 anni, abbastanza esperto, in cerca di nuovi sapori. Cosa consigli?

Ad entrambi i clienti faccio provare più gusti e dispositivi per cercare il giusto connubio adatto al singolo cliente. Quando il cliente esce dal mio negozio deve considerare il suo device il suo miglior amico e alleato nella lotta contro il fumo.

Che ne pensi dei gruppi Facebook sul mondo del vaping?

Possono, senza dubbio, servire per un confronti tra utenti.

Bacco Italia Smoke

Cosa potrebbero fare le istituzioni o i produttori per migliorare il nostro settore?

Dovrebbero prendere in considerazione maggiormente le opinioni dei medici illustri che ho citato in precedenza.

Ora è il momento delle domande cattive.
Una cosa che non sopporti di questo settore?

Non sopporto le lobby che parlano male del settore.

Gli Influencer, in questo settore, sono utili?

Gli Influencer ci sono in tutti i settori. Ci sono persone che lo fanno con grande etica professionale e ricevono giustamente del denaro. Altri sfruttano solo la notorietà senza essere utili come dovrebbero.

Il liquido o aroma rivelazione del 2019?

Il mio liquido, ideato con “Svapoquadrato”, dal nome #bellazio

Il liquido o aroma che ti ha stupito in termini di gradimento dei tuoi clienti?

Devo ripetermi,  #bellazio

Il liquido o aroma che non deve mai mancare nel tuo negozio?

Per forza #bellazio

Tra leggi, tasse e divieti ne abbiamo passate tante. Come vedi il futuro del settore in generale?

Io sono fiducioso. Alla fine lo Stato si avvarrà della consulenza dei grandi studiosi che ho citato ed il futuro sarà green.
Bacco Italia Smoke

Devo ora farti una domanda “extra svapo”.
Tu sei stato un professionista nel mondo del Basket fino alla serie A. Il parquet ti manca?

Si, mi manca ma la vita sportiva purtroppo non dura in eterno e bisogna cercare altre sfide.

Hai mai pensato, per il futuro, di allenare e mettere la tua esperienza al servizio dei giovani?

Ho poco tempo però mi piacerebbe molto. Per ora ho trovato un’oretta a settimana per aiutare alcuni giovani.

Un consiglio che ti senti di dare ad un giovane che vuole intraprendere seriamente la strada del basket?

Allenarsi, allenarsi e allenarsi! Con l’allenamento di possono ottenere risultati che hanno dell’incredibile.

Progetti per il futuro?

Consolidarmi nel settore ed intraprendere nuove stimolanti collaborazioni.

Grazie Marco…

Grazie a voi per questa intervista e colgo l’occasione per salutare tutti i vostri lettori

Via Cervese, 1303 – Cesena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *